PARTE V

SVOLGIMENTO DEL RAPPORTO DI LAVORO

 

Art. 55

 Assistenza sanitaria integrativa

 

Le parti stipulanti valuteranno, entro la vigenza del presente CCNL, la possibilità di prevedere per i lavoratori delle singole imprese del settore forme di assistenza sanitaria integrativa, individuando le eventuali possibili soluzioni.  Le aziende, in relazione ai correlati oneri, valuteranno le soluzioni individuate.

 

ART. 22

WELFARE AZIENDALE

(Già riportato al precedente art. 54 Area attività Ferroviarie)

 

 In attuazione del punto 4 dell’art. 1, nonché degli artt. 54 e 55 del CCNL Mobilità/Area AF le parti convengono sulle seguenti misure di welfare aziendale per il personale delle Società del Gruppo FS:

 

1.        Assistenza sanitaria integrativa (vedi tabella del 13/1/2013)

 scarica il Modulo compilabile per richiesta rimborso spese Assistenza Sanitaria Integrativa

a)   Le Società del Gruppo FS assicureranno tutto il personale dipendente alla forma di assistenza sanitaria integrativa che sarà individuata entro il 31 dicembre 2012, tra i soggetti su scala nazionale che garantiranno la migliore offerta di prestazioni a fronte di un contributo aziendale per ciascun lavoratore stabilito in:

 

€   75,00 per anno,  a decorrere dal 1° gennaio 2013;

 

b)   ove ammesso dalla forma assistenziale prescelta, i lavoratori potranno integrare su base volontaria le prestazioni sanitarie definite ai sensi della precedente lettera a);

c)   per i lavoratori dipendenti delle Società del Gruppo FS con contratto di lavoro non a tempo indeterminato, la copertura per assistenza sanitaria integrativa sarà garantita dalle Società fino alla scadenza del contratto di lavoro;

d)   individuata la forma di assistenza sanitaria integrativa di cui alla precedente lettera a), le Società del Gruppo daranno immediata informativa a tutto il personale dipendente dei contenuti delle coperture assicurative e delle modalità operative necessarie per accedere alle prestazioni.

 

2.        Pensione Complementare

 

2.1    Le parti confermano che il Fondo Eurofer è il fondo di previdenza complementare per i lavoratori delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

Sono, pertanto, confermati tutti i relativi accordi in vigore alla data di stipula del presente contratto (che si riportano: 3.3.1999, 20.4.2007-1 e 20.4.2007 - 2). .

 

2.2    A decorrere dal 1° settembre 2012 i contributi dovuti al Fondo Eurofer saranno computati sugli elementi della retribuzione mensile sotto richiamati:

 

a)   minimi contrattuali, di cui al punto 3 dell’art. 68 del CCNL Mobilità/Area AF;

b)   superminimo individuale, di cui al punto 4 dell’art. 68 del CCNL Mobilità/Area AF;

c)   aumenti periodici di anzianità, di cui all’art. 69 del CCNL Mobilità/Area AF;

d)   indennità di funzione Quadri, di cui all’art. 71 del CCNL Mobilità/Area AF;

e)   salario professionale, di cui all’art. 72 del CCNL Mobilità/Area AF.

 

Il contributo paritetico a carico del datore di lavoro e del lavoratore associato, calcolato sugli elementi sopra individuati, è dovuto nella misura di:

 

1% a carico del lavoratore;

1% a carico del datore di lavoro.

 

3.        Fondo di solidarietà

 

3.1    I lavoratori che, nell’esercizio delle proprie funzioni, causino un danno alle Società del Gruppo FS, sono tenuti al risarcimento del danno solo nel caso di danno arrecato per dolo o colpa grave.

 

3.2    La limitazione al risarcimento del danno ai soli casi di dolo o di colpa grave si applica anche alla responsabilità verso le Società del Gruppo FS che abbiano risarcito il terzo del danno arrecatogli.

 

3.3    Per il risarcimento alle Società del Gruppo FS ed ai terzi in caso di colpa grave è previsto l’intervento del Fondo di solidarietà istituito dall’art. 4.7.1 del CCNL 18.11.1994, le cui regole di funzionamento e di gestione come disciplinate dallo Statuto e dal Regolamento vigenti del Fondo stesso, si intendono confermate.

 

4.       Tutela del reddito per inidoneità

 

Le Parti considerano necessario individuare un sistema di tutela per i lavoratori delle Società del Gruppo FS riconosciuti inidonei in via definitiva dalla struttura competente di RFI (Direzione Sanità) alle mansioni per cui erano stati assunti od a cui erano stati successivamente adibiti, a causa di gravi patologie.

 

I criteri del sistema di tutela verranno individuati con apposito accordo tra le parti stipulanti il presente contratto, entro il 31 dicembre 2012. Nell’accordo le parti dovranno tra l’altro stabilire i criteri di erogazione e l’importo dell’indennità.

 

Considerata l’attuale capitalizzazione del Fondo di Solidarietà di cui agli accordi sindacali del 13 luglio 2005, le Parti ritengono necessario prevederne l’ampliamento dell’operatività per garantire forme di tutela del reddito di carattere solidale per i lavoratori di cui sopra anche utilizzando i fondi disponibili per coperture assicurative che assicurino tali tutele, nonché per eventuali ulteriori interventi a favore dei lavoratori.

 

ARTICOLO 54

 

ARTICOLO 56

 

Realizzato da Roberto SPADINO - Segreteria Nazionale S.A.P.S. - Or.S.A. Ferrovie - ROMA